was successfully added to your cart.

Come coltivare il Cissus rhombifolia in vaso

By 22 Aprile 2022Blog
coltivare il Cissus rhombifolia

Possiamo coltivare il Cissus rhombifolia per le particolari foglie tripalmate di colore verde intenso con venature più chiare ed evidenti. Si tratta di una pianta rampicante sempreverde apprezzata per la velocità di crescita e la compattezza del fogliame. In estate produce dei fiori verdi che diventeranno piccole bacche di colore blu scuro.

Possiamo scegliere tra diverse specie di Cissus: come il Cissus rotundifolia con foglie rotonde o il Cissus antarctica con foglie dentellate.

coltivare il Cissus rhombifolia

Dove coltivare il Cissus rhombifolia

Il Cissus rhombifolia è la pianta perfetta per decorare le zone della casa non perfettamente illuminate o vicine a una finestra. Richiede una certa luminosità, ma non tollera i raggi solari diretti.

Teme il freddo sotto i 5°C, quindi le nostre case sono l’habitat ideale per far crescere tutto l’anno queste piante. In estate possiamo spostarlo sul terrazzo, in una zone ombreggiata, per poi riportarlo in casa con l’arrivo dell’autunno e dei primi freddi.

Come rinvasare il Cissus rhombifolia

Dopo l’acquisto possiamo rinvasare il Cissus rhombifolia nel vaso destinato a ospitarlo. Possiamo scegliere di coltivarlo come rampicante, sostenendo la crescita con un tutore, oppure come ricadente in un paniere appeso.

All’atto del rinvaso possiamo utilizzare un terriccio specifico per piante verdi, avendo cura di stendere sul fondo del vaso uno strato di 5 cm di materiale inerte, come l’argilla espansa o la ghiaia. In questo modo proteggeremo le radici dagli eccessi idrici, che potrebbero provocare marciumi radicali o malattie fungine.

Come tutte le piante d’appartamento coltivate in vaso dobbiamo prevedere un ciclo di concimazione nel corso di tutto l’anno. Anche in inverno, poiché crescendo in un ambiente con temperature stabili e controllate non va mai in riposo vegetativo.

Da marzo a ottobre possiamo utilizzare un concime liquido per piante verdi, da diluire nell’acqua dell’irrigazione ogni 15 giorni. Durante i mesi freddi possiamo ridurre a 1 volta al mese: pur proseguendo, l’attività vegetativa, la fotosintesi è comunque ridotta poiché ci sono meno ore di sole. Se non avete tempo o avete paura di dimenticarvi, potete optare per un concime a lenta cessione, da interrare leggermente sul terriccio, 4 volte all’anno all’inizio di ogni stagione.

Come irrigare il Cissus rhombifolia

Irrighiamo soltanto quanto il terriccio risulta asciutto al tatto. Naturalmente lo faremo più frequentemente in primavera e in estate, quando il caldo e il sole favoriscono l’evaporazione dell’umidità, e più di rado in autunno e in inverno, quando le esigenze della pianta e le temperature sono inferiori.

Evitiamo di lasciare ristagni d’acqua nei sottovasi: provocano asfissie e marciumi radicali, che spesso si trasformano in malattie fungine.

Leave a Reply