was successfully added to your cart.

La consociazione degli ortaggi: piante che vivono bene insieme:

By 26 Aprile 2022Blog
la consociazione degli ortaggi

La consociazione degli ortaggi è una tecnica agronomica utilizza da molti decenni nell’agricoltura professionale ed è frutto della semplice constatazione che alcune piante vivono bene insieme ad altre. Mentre al contrario alcune non si tollerano. Non si tratta di simpatie, come succede tra gli umani, ma dell’influenza esercitata dalle singole piante nell’habitat in cui crescono. In particolare possiamo sfruttare la consociazione degli ortaggi per la protezione dai parassiti ma anche per migliorare il gusto dei frutti e la fertilità del terreno.

Alcune piante infatti svolgono un’azione repellente nei confronti di alcuni insetti parassiti. È particolare il caso delle Carote e delle Cipolle che vanno coltivate vicine perché si proteggono a vicenda. Le Carote svolgono un’azione repellente per la mosca della Cipolla (Delia antiqua), mentre la mosca della Carota (Psila rosae) non gradisce l’odore delle Cipolle. Se coltiviamo insieme questi due ortaggi ridurremo l’uso dei fitofarmaci, con un beneficio per l’ambiente e la nostra tavola. È dimostrato che la consociazione tra una ombrellifera (Carota, Finocchio, Sedano) e una liliacea (Aglio, Cipolla, Porro) porta benefici a entrambe le colture.

Un altro fenomeno interessante è l’influenza che alcune piante esercitano nel gusto di altri ortaggi. Per esempio se coltiviamo il Basilico vicino ai Pomodori ne miglioriamo il gusto dei frutti. Anche i Ravanelli sono molto influenzabili: se preferiamo un gusto più delicato coltiviamoli vicino al Crescione, se invece ci piacciono piccanti teniamoli vicini al Cerfoglio.

La consociazione degli ortaggi: piante che vivono bene insieme

Vediamo insieme alcuni esempi di consociazione degli ortaggi più comuni e più coltivati negli orti italiani.

Le Fave da Orto ci offrono un altro esempio di collaborazione nella difesa dai parassiti. Le Fave svolgono un’azione repellente per la Dorifora della Patata (Leptinotarsa decemlineata), mentre le Patate tengono lontane il Tonchio della fava (Bruchus rufimanus). Inoltre le Fave, come tutte le Leguminose, arricchiscono il terreno di Azoto, molto utile per la crescita delle Patate. Le Fave crescono bene anche vicino al Tagete, per l’effetto repellente, e alla Lattuga.

Come abbiamo visto le Carote crescono bene vicino alle Cipolle perché si difendono a vicenda. Cresce altrettanto bene con altre liliaceae, come Aglio, Porri o Scalogno. Crea una consociazione anche con Lattuga e Menta, mentre è meglio tenerlo lontano dal Sedano.

Per avere Pomodori più gustosi dobbiamo coltivarli vicino al Basilico e al Sedano. I Pomodori crescono bene con la maggior parte degli ortaggi, mentre andrebbe evitata la vicinanza con Finocchi, Piselli, Patate e Cetrioli.

Le Fragole saranno più gustose se coltivate vicino a Lattuga, Ravanelli, Cipolla, Erba Cipollina e Prezzemolo.

La Lattuga è abbinabile con la maggior parte degli ortaggi, in particolare con Cavoli, Carote, Cetrioli, Fagioli, Finocchi, Fragole e Pomodori. Meglio tenerla lontano dal Prezzemolo.

Il Sedano va coltivato vicino ai Porri poiché svolgono un’azione repellente nei confronti della Mosca del Sedano (Euleia heraclei). Inoltre migliore il gusto di Pomodori, Cavoli, Porri e Spinaci.

Le Melanzane crescono bene con i Fagioli e i Cavoli. Meglio evitare invece la vicinanza con Pomodori e Prezzemolo.

Le Zucchine amano la vicinanza del Basilico, che le aiuta a ridurre il Mal Bianco. Inoltre cresce bene con Cetrioli e Cipolle.

Leave a Reply